Return to site

Vestirsi diventa un atto sovversivo

· moda,pensieri sparsi

Le nostre scelte di abbigliamento dipendono più dai grandi cambiamenti della storia che dalla volontà degli stilisti.

Dopo la Rivoluzione francese le donne smisero di usare le sottogonne a cerchio, simbolo dell’aristocrazia. Lo sapevi?

E dopo la Seconda guerra mondiale, invece, iniziarono ad indossare i pantaloni più spesso; lo avevano fatto per necessità nelle fabbriche e cominciarono farlo in seguito per scelta e per comodità.

Oggi il semplice atto di vestirsi diventa eccezionale.

Io indosso capi comodi e metto le scarpe — da ginnastica — solo quando dedico un po’ di tempo all'attività fisica. Quando la crisi si risolverà e noi potremo uscire di nuovo nel mondo, continueremo a seguire lo stile athleisure con tanta disinvoltura?

Io devo dire che ho voglia di vestirmi “bene”, di chiedermi di nuovo: “Cosa mi metto?”. E tu?

All Posts
×

Almost done…

We just sent you an email. Please click the link in the email to confirm your subscription!

OKSubscriptions powered by Strikingly